blog, Libri
Leave a comment

L’esempio spagnolo – Breve intervista alla Barbara Fiore Editora

Shaun Tan, La Cosa Perdida, 2007, Barbara Fiore Editora, Granada

Shaun Tan, La Cosa Perdida, Barbara Fiore Editora,Albolote 2007

Continuiamo a viaggiare.
Questa volta restiamo in Europa e andiamo in Spagna, dove c’è una feconda e vivace casa editrice indipendente che si dedica con amore agli albi illustrati e alle graphic novel.
È la Barbara Fiore Editora, con sede ad Albolote, nella provincia di Granada.
Ha un catalogo invidiabile, molto ricco e vario; e vanta numerosi capolavori provenienti da tutto il mondo. Tra gli italiani spiccano Davide Calì e Fabrizio Silei. Italiano però è anche quello che l’editrice definisce  il libro della sua infanzia – nonché il primo che ricorda di aver letto, così divertenete e ricco di immaginazione: Le Favole al Telefono di Gianni Rodari1.

Da qualche anno questa casa editrice è al centro delle mie continue attenzioni perché, tra i tanti meravigliosi libri, ci sono anche gli albi di Jimmy Liao. Dal 2008 a oggi ne ha pubblicati più di venti e, pur avendo proposto i suoi albi dieci anni dopo le prime pubblicazioni a Taiwan, pare che riesca a stare al passo con la prolificità dell’autore senza problemi.
Con l’Antología de Ilustraciones, pubblicata nell’ottobre 2012, che raccoglie 50 tra le più belle tavole di Jimmy Liao, ha vinto il Premio per il miglior libro edito del 2013, conferito dal Ministero Spagnolo dell’Educazione, Cultura e Sport, nella categoria dei libri d’arte.

Jimmy Liao, Antología de Ilustraciones, Barbara Fiore Editora, Albolote 2012

Qui di seguito la mia breve intervista alla casa editrice, che da subito si è dimostrata disponibile e accogliente e che, per questo, ringrazio molto.

D: Quando e come è nata la casa editrice Barbara Fiore? 
R: Barbara Fiore Editora è nata nel 2004.  Nasce dalla passione e l’amore per i libri, l’arte e il disegno, di Barbara e Francisco [Barbara Fiore e Francisco Delgado, ndr].

D: Cosa deve avere un albo illustrato per funzionare veramente?
R: Bellezza, rigore e coerenza. Senza dimenticare la distribuzione e la complicità dei librai.

D: Sul vostro sito, tra i più venduti ci sono le opere di artisti asiatici come Suzy Lee e Jimmy Liao, o 
comunque di origine asiatica come Shaun Tan. Come spiegate questo successo che arriva 
dall’Oriente?
R: 
Shaun Tan, Jimmy Liao e Suzy Lee sono diventati autori di riferimento nel panorama del libro illustrato, hanno contribuito alla sua evoluzione, tanto per la tecnica utilizzata quanto per la delicatezza e la sensibilità con la quale hanno trattato diversi temi quali la depressione, l’immigrazione, l’amore e la cecità. Questo ha permesso al libro illustrato di arrivare a un pubblico piú eterogeneo ed esigente, convertendolo in un oggetto d’arte e lasciando indietro finalmente la credenza che sono solo dei libri per i piccoli.

D: A proposito di Jimmy Liao: qual è stata la stata la sua prima opera da voi pubblicata? Quando? 

R: Desencuentros (non ancora pubblicato in Italia, lo racconto qui, ndr) e El sonido de los colores [La Voce dei Colori, Edizioni Gruppo Abele, Torino 2011, ndr] sono stati i primi  due libri di Jimmy Liao che abbiamo pubblicato. Da allora sono più di venti titoli e continuiamo… sono in preparazione tre nuovi titoli.

D: Come avete conosciuto questo straordinario autore? 
R: Durante la Fiera del Libro di Bologna. Nello stand di Taiwan abbiamo potuto conoscere Jimmy Liao e apprezzare la sua affascinante opera.

D: Si può dire che in Spagna, e nel mondo ispanico, dato che distribuite anche in Sud America, Jimmy Liao sia diventato un autore di culto?
R: Jimmy Liao è un punto di riferimento. I lettori che lo conoscono, lo inseguono, libro dopo libro, senza tregua, incondizionatamente.

Jimmy Liao, Desencuentros, 2008, Barbara Fiore Editora, Albolote. Un “incontro” nella bellissima libreria El Ateneo Grand Splendid di Buenos Aires. Agosto 2016

Nei prossimi giorni, una seconda intervista. Questa volta a un collega, il traduttore spagnolo di Jimmy Liao, Jordi Ainaud i Escudero.
¡Hasta luego!🙂

NOTE
1.http://www.mecd.gob.es/cultura-mecd/areas-cultura/libro/mc/observatoriolect/redirige/el-tercer-grado-lector/barbara-fiore.html

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *